Cristiano e musulmano in dialogo

La situazione mondiale pone davanti agli occhi di tutti le difficoltà di una convivenza tra diverse culture, razze e religioni. Termini che però hanno sempre persone dietro le definizioni.

Risulta ancor più difficile alla luce della complessa situazione mondiale in cui l’Islam e la religione islamica sono tacciate, da molti, come origine di fenomeni terroristici.

Manchester, per dirne uno, forse l’ultimo che ha scosso la sensibilità occidentale; ma anche l’Egitto copto, Atene… solo per stare alle ultime giornate.

Ecco che ancora più impellente e importante è la proposta che Fondazione Comunità e Scuola offre a parrocchie, scuole, comuni, associazioni…

Con il progetto Amici. dialoghi diversamente credenti è possibile approfondire la dinamica della differenza e del dialogo.

Due amici, Luciano Pace, cattolico, e Ismail Mejjad, musulmano, affrontano insieme un dibattito pubblico su temi importanti legati alla religione, a Dio e al mondo.

Ti piacerebbe farlo nella tua scuola, oratorio, biblioteca, centro culturale…: 03046781 o info@comunitaescuola.it

La società multi-etnica e pluri-religiosa è la società della vita quotidiana, quella delle scuole, dei luoghi in cui si lavora, delle piazze e di tutti i luoghi pubblici di qualsiasi paese italiano e bresciano.
Continue reading “Cristiano e musulmano in dialogo”

Abitare il digitale

Sono due le serate che il comune e la parrocchia di Lograto propongono sulle tematiche social e digital, in collaborazione con Fondazione Comunità e Scuola: “Abitare il digitale: Internet, WhatsApp & Co.”

Internet è in grado di fornire tante opportunità, informazioni,
divertimenti, svaghi, ma non si deve dimenticare quello che
anche il mondo al di fuori del web ha da offrire. Come
orientarsi in modo critico? Come educare?

Lunedì 22 maggio alle 20.45 interverrà Mauro Toninelli e lunedì 29 maggio, sempre alle 20.45, Davide Guarneri.

Gli incontri, ad ingresso libero, si tengono presso l’oratorio San FIlippo Neri di Lograto (via Fratti 12).
Per info: www.parrocchialograto.it

Archivio diocesano e Liceo Arnaldo insieme

L’occasione della collaborazione è data dal Progetto di Alternanza Scuola/Lavoro.

“Il progetto di alternanza scuola/lavoro con il Liceo classico ‘Arnaldo’ -scrivono dall’Archivio diocesano – nasce dalla riflessione che solamente facendo conoscere i contenuti della nostra documentazione e sensibilizzando le nuove generazioni alla tradizione della memoria, potrà essere garantita la sopravvivenza degli archivi e il loro valore come beni della collettività”.

Ecco allora che la proposta nazionale legata alla Buona scuola diviene l’occasione per far conoscere un bene culturale, meno visibile di un museo o di una biblioteca, ma “il suo approccio può consentire una maturazione nello spirito critico, nella comprensione di come la storia si vada formando, fornendo anche stimoli culturali e ipotesi per professioni future“.

Sono stati 27 gli alunni del Liceo classico Arnaldo coinvolti, organizzati in due turni, quasi esclusivamente di mattina dal lunedì al giovedì per quattro settimane tra novembre e dicembre e poi gennaio, di cui: 59 ore in Archivio e 31 a casa e/o scuola per la redazione dell’elaborato, per un totale di n. 90 ore complessive. Nelle ore in loco sono sempre stati tutorati dal personale dell’Archivio diocesano.

Gli studenti si sono misurati con il riordino e l’inventariazione di una serie documentaria, i “Duplicati anagrafici del periodo lombardo-veneto”: fascicoli con la registrazione di nati, matrimoni e morti che i parroci redigevano su incarico dell’amministrazione austriaca. Sono una fonte molto preziosa non solo per la storia religiosa, ma anche per la storia demografica, sociale e culturale del territorio (fino al 1865 unica fonte anagrafica esistente). Continue reading “Archivio diocesano e Liceo Arnaldo insieme”

Facendo s’ impara

Alternanza scuola/lavoro
Alternanza scuola/lavoro
Quando l’Alternanza Scuola/lavoro diviene occasione!

E se il grest o l’estate fossero la possibilità più semplice e più efficace per vivere l’alternanza scuola/lavoro per i molti adolescenti bresciani?

La legge 107/2015 (nota come “Buona scuola”) ha introdotto l’obbligatorietà di una “alternanza scuola/lavoro” di 400 ore, nell’arco del triennio delle superiori, per gli istituti tecnici e professionali, e 200 ore per i licei.

Dicendo alternanza scuola/lavoro è evidente un riferimento al mondo dell’impiego, in un ufficio piuttosto che in un laboratorio artigiano o nell’industria.

Le condizioni per organizzare l’alternanza scuola/lavoro sono le seguenti:
– Un progetto formativo, redatto dalla scuola e sottoscritto da scuola ed ente ospitante
– Un tutor aziendale (cioè dell’Oratorio) che sia maggiorenne e si occupi anche della valutazione finale
– L’esistenza di un DVR (Documento valutazione rischi), necessario per la sicurezza quando in un ente ci sono lavoratori dipendenti o comunque afflusso di molte persone
– Opportuna una normale assicurazione RC (comunque gli studenti in alternanza sono coperti da INAIL versata dalla scuola)

In ambito scolastico, educativo, non si tratta solo di “lavoro”, e quindi di una scuola che “prepara” al lavoro. Il rimando è al “lavoro” che è, in sé, esperienza formativa di impegno, serietà, professionalità, fatica, servizio. Sperimentare il lavoro in questo modo è esperienza di conoscenza di sé, “orientamento alla vita” (anche vocazionale?).

C’è anche la dimensione del service learning, l’apprendimento attraverso l’impegno sociale.

 FACENDO S’IMPARA

Già donati 150.000 euro. Scaduto il termine per le nuove domande

borse di studioÈ stato il 3 marzo il termine ultimo per la presentazione della domanda di assegnazione di Borse di studio erogate da Fondazione Comunità e Scuola grazie al sostegno della Diocesi di Brescia e di Agesc.

Il bando 2016-2017, già presentato da tempo, è la quarta edizione della proposta che offre un sostegno alle famiglie a basso reddito di studenti iscritti alle scuole paritarie cattoliche, primarie e secondarie, della provincia di Brescia.

Il bando prevede borse di studio di 300 euro per la scuola primaria, di 400 per la scuola secondaria di 1° grado e di 500 per la scuola secondaria di 2° grado.  Nei 3 anni precedenti sono stati donati circa 150.000 euro. Continue reading “Già donati 150.000 euro. Scaduto il termine per le nuove domande”

Il pieno per Maturi!

Fatto!
800 studenti, 100 fra animatori, testimoni, insegnanti, rappresentanti di istituzioni e associazioni, a Maturi al punto giusto 2017.
Molto intenso lo scambio, il confronto: maturi a “tutto tondo”, per sapere, lavorare, servire, partecipare.

Anche il Vescovo Luciano Monari ha parlato ai maturandi!

Molti tra i partecipanti hanno detto la loro davanti ad un microfono e ad una telecamera. Tra questi anche il sindaco di Brescia Emilio Del Bono.

Maturi al punto giusto

maturialpuntogiusto2017Come ogni anno la maturità arriva.
Attesa, agognata e allo stesso tempo temuta da circa 8oo studenti bresciani, uno più uno meno.
Per il terzo anno consecutivo arriva, puntuale, “Maturi al punto giusto”: sabato 18 febbraio 2017 dalle 8.30 al PalaBanco di Brescia.

In una cornice di animazione, l’evento Continue reading “Maturi al punto giusto”